È stata lanciata, con una conferenza stampa nella cornice del pluripremiato padiglione dell’Azerbaigian a Expo Milano 2015, ricostruito sul lungomare di Baku, la IV Settimana della Cucina Italiana nel Mondo a Baku, iniziativa annuale dedicata a promuovere le tradizioni culinarie e gastronomiche dell’Italia, la conoscenza dei nostri prodotti e della cultura del vivere e mangiare bene. A Baku la Settimana si afferma sempre di più come un punto di riferimento nell’ampio ventaglio di eventi di promozione integrata organizzati ogni anno dall’Ambasciata d’Italia e dall’Ufficio Ice di Baku.

Dal 18 al 24 novembre coroneremo un anno di grandi successi per il patrimonio culturale ed enogastronomico italiano, pochi mesi dopo la designazione, avvenuta proprio a Baku, delle colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene nella lista del patrimonio dell’umanità. Per tutta la settimana, i migliori ristoranti italiani della città proporranno menù speciali a tutti i loro clienti, mentre una serie di show cooking nei più prestigiosi punti vendita della città esporranno il meglio della nostra cucina e del saper fare italiano al pubblico e agli esperti del settore. Gli chef Carlo Cracco, Nicola Batavia e Anna Maria Palma delizieranno i nostri ospiti e i clienti di alcuni tra i migliori hotel di Baku (JW Marriott Absheron e Hyatt Regency Hotel) in tre serate di altissimo profilo. Giovedì 21, all’interno del padiglione dell’Azerbaigian a Expo Milano 2015 ricostruito sul lungomare di Baku, si svolgerà un seminario di eccellenza sui temi dell’agricoltura di qualità, della sicurezza alimentare e della valorizzazione dei territori, organizzato da Ambasciata e Ice con il supporto di Enit e CNA e in collaborazione con la Fondazione Heydar Aliyev e l’agenzia governativa Agro Procurement and Supply. Il seminario servirà a illuminare le numerose aree di collaborazione, esistenti e potenziali, tra l’esperienza italiana nel settore alimentare e agricolo e le direttrici di sviluppo stabilite dal governo azerbaigiano negli ambiti dello sviluppo rurale e della diversificazione economica. Sabato 23 sarà invece la volta di un gran gala finale nella cornice del Dreamland Golf Club, organizzato in collaborazione con Centergross Bologna e alcuni tra i migliori marchi del settore enogastronomico e della moda dell’Emilia-Romagna. All’iniziativa hanno aderito 37 aziende italiane, selezionate anche con la collaborazione di CNA che forniranno prodotti alimentari e vini.