Si aprirà il 7 novembre la tre giorni dedicata al cibo in Italia organizzata da CNA Agroalimentare a Matera. Ricco il programma di eventi, che avrà quale tema fondante il cibo come espressione culturale, in linea con il riconoscimento assegnato a Matera di Capitale della cultura europea 2019.

Il primo degli appuntamenti previsti – che si terranno tutti nella sala delle Monacelle in via Riscatto – sarà il convegno sulla “La dieta mediterranea: il valore del cibo italiano come fattore di benessere” previsto per giovedì 7 novembre alle ore 16.30.  La tecnologa alimentare Sabrina Pupillo e il segretario della Fondazione Dieta mediterranea, Domenico Rogoli, apriranno il dibattito sui valori fondamentali della dieta mediterranea, considerata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Parteciperanno, inoltre, Maria Novella Luciani, del ministero della Salute, Elisabetta Lupotto, direttore del centro ricerca Alimenti e Nutrizione Crea e Sabina Rubini, responsabile Sicurezza alimentare dell’istituto Medi, con la moderazione di Francesca Petrini, della presidenza nazionale CNA Agroalimentare.

La tre giorni di eventi proseguirà venerdì 8 novembre con un altro appuntamento: “Le indicazioni geografiche Dop Igp come traino dello sviluppo locale”.  Il notevole giro d’affari che si sviluppa intorno alle indicazioni geografiche in Italia può essere un importante traino per l’export tricolore, eppure il Meridione resta una potenza inespressa dell’agroalimentare italiano.

Sabrina Pupillo con Luigi Polizzi, Dirigente Mipaaf Tutela Ig, Fabio Del Bravo, responsabile per lo Sviluppo rurale Ismea, Maria Pia Miani, Sixtema-Infocert, Maurizio De Carli, responsabile dipartimento Relazioni sindacali CNA, Vincenzo Esposito e Roberto Benaglia, Fai-Cisl, Raffaella Sette, Uila-Uil, Gabriele Rotini, responsabile nazionale CNA Agroalimentare, e Luigi Picerno, presidente Consorzio del pane di Altamura Dop, parleranno di come il Sud Italia può cogliere nuove opportunità, anche tramite la tracciabilità alimentare a tecnologia blockchain, per la crescita legata al territorio.

L’ultimo giorno sarà interamente dedicato al cioccolato con il gemellaggio tra Matera e Modica, Capitale europea del cioccolato 2019.  Saranno presenti: Leo Montemurro, presidente CNA Basilicata, Nino Scivoletto, direttore del consorzio del cioccolato di Modica Igp, Mirco Della Vecchia, presidente nazionale CNA Agroalimentare, Grazia Dormiente, direttore culturale del Ctcm, Salvo Peluso, presidente consorzio del cioccolato di Modica Igp, Massimo Cifarelli, presidente pane di Matera Igp.

Il convegno si chiuderà con la sottoscrizione del protocollo d’intesa “Implementare le Parentele Culturali” alla presenza dei sindaci delle città di Matera e di Modica, Raffaello De Ruggieri e Ignazio Abbate.

Ogni giornata si concluderà con un buffet di eccellenze agroalimentari preparate dai maestri della Federazione italiana cuochi.