Pubblicati due bandi regionali a favore del settore del cinema e dell’audiovisivo, uno destinato a festival e rassegne, l’altro a sostegno delle produzioni audiovisive, per un totale di quasi mezzo milione di euro complessivi.

“È il risultato di un lavoro corale di tutto il settore – commenta il coordinatore di CNA Cinema e Audiovisivo delle Marche, Henry Secchiaroli – che, attraverso una proficua e intensa interlocuzione con la Regione Marche e la Fondazione Marche Cultura, ha consentito l’approvazione di misure ordinarie e straordinarie per il settore”.

Si tratta di misure che rientrano nella finalità di diffusione della cultura cinematografica. Il finanziamento a tutta la categoria ha riguardato anche quest’anno i maggiori festival cinematografici regionali, riconosciuti anche dal Ministero dei Beni Culturali, e i circuiti cinematografici. Le sale cinematografiche e le imprese di produzione cinematografica hanno potuto usufruire dei fondi speciali messi a disposizione, a causa dell’emergenza Covid 19, utilizzando la Piattaforma regionale 210.

“Ma non ci fermiamo qui – dice il responsabile regionale di CNA Cinema, Claudio Salvi – la nostra azione per dare risorse certe al settore continuerà anche in futuro attraverso un rapporto ed un confronto continuo con le istituzioni”.

Per il primo bando che riguarda “Festival, rassegne e premi cinematografici realizzati nel territorio marchigiano”, gli organismi privati senza finalità di lucro, con sede legale nelle Marche e che svolgono attività legate al settore cinematografico, hanno tempo fino al 18 settembre 2020 per presentare progetti realizzati e completati nel 2020 o che inizino nel 2020 e si concludano nel 2021. Le domande vanno inviate alla regione Marche. 

Il secondo, “Bando Cinema per il sostegno delle produzioni audiovisive 2020/2021”, intende sostenere, piccole produzioni audiovisive che effettuino riprese e attività prevalentemente in territorio marchigiano, sviluppando temi legati alla storia e alla cultura regionale, con riferimento a eventi, progetti e personaggi celebri, protagonisti della storia delle Marche. Il cofinanziamento regionale è previsto fino ad un limite massimo di 25.000 euro. L’avviso sarà pubblicato sul sito della Regione a partire dal prossimo 17 settembre con scadenza 8 ottobre 2020.

Un ulteriore finanziamento di 100 mila euro per il settore audiovisivo è stato concesso dalla Regione alla Fondazione Marche Cultura per un bando con scadenza 30 settembre 2020, pubblicato nel sito della Fondazione , con due linee di intervento: uno riferito ad “Aspetti identitari del territorio regionale e finalità documentarie promozionali”, l’altro a “Produzioni cineaudiovisive con ruoli autoriali ricoperti da donne e/o under 35 marchigiani”.