Da oggi, 20 febbraio 2020, ci si potrà registrare alla piattaforma del sito del ministero dei Trasporti per poter accedere al bonus di 30 euro.

Il bonus consiste in un buono spesa elettronico del valore di 30 euro per l’acquisto dei dispositivi antiabbandono, obbligatori per ogni bambino di età inferiore ai quattro anni. L’agevolazione si potrà richiedere registrandosi alla piattaforma sul sito del ministero, attraverso l’identità Spid e inserendo i dati completi del bambino (nome, cognome e codice fiscale), che poi sarà verificato dalla Sogei nelle anagrafi fiscali. Il bonus avrà una durata di trenta giorni ed è associato al codice fiscale del minore e vale solo per l’acquisto di un dispositivo a bambino.

Anche chi lo ha già acquistato avrà diritto al rimborso: a partire sempre da oggi, 20 febbraio, si avranno sessanta giorni di tempo per poter allegare copia del giustificativo di spesa, sempre previa registrazione alla piattaforma del ministero. I 30 euro saranno accreditati entro 15 giorni dalla richiesta sulla piattaforma.

Ogni dispositivo antiabbandono per i seggiolini delle automobili deve dare poi un segnale di conferma di avvenuta attivazione. In caso di abbandono dei bimbi in auto, i dispositivi devono attivarsi con segnali visivi e acustici o visivi e di vibrazione e percepibili o all’interno o all’esterno del veicolo.

Dal 6 marzo 2020, invece, scatterà l’obbligo di utilizzo. L’automobilista che ne viene trovato sprovvisto può incorrere in una multa da 81 euro a 361 euro con la decurtazione di 5 punti dalla patente di guida. Nel caso in cui l’infrazione fosse stata ripetuta nei due anni successivi, si rischia la sospensione della patente da 2 settimane a 2 mesi.

Per questo bonus lo Stato ha stanziato due milioni di euro per il biennio 2019-2020, quindi, a conti fatti, ne potranno usufruire 66.666 beneficiari.