È giusto spingere i ragazzi a laurearsi nei settori innovativi. Ma in Italia c’è un altro settore a caccia di giovani talenti. È l’artigianato artistico che, a differenza del lavoro in fabbrica o in ufficio, dà sfogo alla creatività e non conosce la routine.

Donna Moderna, dati Istat alla mano, ha puntato i riflettori sul calo delle imprese artigiane e il poco appeal che le professioni artigiane hanno oggi agli occhi dei giovani – che scelgono sempre di più i licei -, e ha dedicato un articolo a questa tematica che ci sta molto a cuore.

Tre gli argomenti a cui il magazine ha riservato maggiore attenzione ci sono la carenza di giovani talenti nell’artigianato artistico, l’insufficienza di nuove leve anche nel campo dell’edilizia e dell’impiantistica, nonostante le agevolazioni del superbonus, ed infine la seconda giovinezza che grazie alla tecnologia, alcune professioni tradizionali stanno vivendo.

 

Vi invitiamo a leggere l’articolo integrale qui.