Per affrontare le trasformazioni in atto nel mondo del commercio e della finanza servono spalle larghe e competenze professionali. In Enasarco – Ente nazionale di assistenza per gli agenti e i rappresentanti di commercio, dopo i ritardi dovuti all’emergenza da Covid-19, sono adesso previste le elezioni per il rinnovo dell’Assemblea dei delegati della Fondazione che si svolgeranno in forma elettronica da giovedì 24 settembre a mercoledì 7 ottobre, rispettando i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 e il sabato e la domenica dalle 9.00 alle 20.00.

Enasarco del futuro compare nelle due categorie chiamate a votare il nuovo governo di Enasarco – Imprese e Agenti – che concorrono in egual misura ai versamenti per la pensione degli Agenti di Commercio e dei Consulenti Finanziari.  Grazie a CNA, Confcommercio, Confindustria e Confcooperative, le più importanti confederazioni nazionali delle imprese, e a Fnaarc, il più importante sindacato degli Agenti di Commercio, Enasarco del futuro esprime tutta la forza necessaria a garantire il presente e il futuro delle reti di vendita costituite dagli Agenti di Commercio e dai Consulenti Finanziari.

Quanto a CNA, candida nella lista delle imprese mandanti per la costituzione dell’Assemblea dei Delegati, Francesca Petrini e Cesare Galavotti.

L’impegno di Enasarco del futuro è quello di garantire agli iscritti la sicurezza della loro pensione, un welfare rinnovato, più moderno e più ricco di nuovi servizi di assistenza sanitaria, nuove agevolazioni e programmi avanzati di formazione e riqualificazione professionale per le reti di vendita. Un impegno che coinvolge i giovani, che punta a una Enasarco più moderna e accessibile e che guarda alla crescita dell’economia italiana.

Riguardo le modalità di voto, l’impresa mandante o l’agente potranno esprimere il proprio voto on line attraverso Pc, Smartphone o Tablet cliccando sulla lista – Enasarco del futuro. Possono votare il legale rappresentante dell’impresa mandante che può esprimere da un minimo di 1 voto a un massimo di 50 voti (in base al numero di agenti) e l’Agente operante in forma individuale, illimitatamente responsabile e operante in forma di società di persone, legale rappresentante nel caso di agenti operanti in forma di società di capitali.

I requisiti elettorali per le imprese mandanti sono il mandato attivo, la contribuzione e il versamento Firr per almeno uno degli ultimi 3 anni, nella misura prevista dagli Aec (Accordi economici collettivi) sottoscritti. Per l’Agente il mandato attivo e la contribuzione.