Pesaro avrà una nuova grande occasione per diventare protagonista a livello internazionale. E’ di pochi giorni fa, infatti, la notizia arrivata dal Coni, che ha ufficializzato lo svolgimento dei Giochi del Mediterraneo su spiaggia nella città di Rossini.

Per la CNA di Pesaro e Urbino è “una buona, anzi un’ottima notizia”, che si potrà tradurre in una straordinaria opportunità di promozione e riqualificazione del territorio. La possibilità – da non lasciarsi sfuggire – per intercettare finanziamenti rivolti a salvaguardare e migliorare tutta la battigia pesarese, attraverso opere a difesa dell’erosione del litorale, in particolare a levante e Sottomonte”.

Una chance, per la realizzazione della quale, si è lavorato sodo e per la quale siamo grati all’Amministrazione comunale, al sindaco Ricci e al presidente del Coni.

“Queste olimpiadi dei giochi di spiaggia, unite ai Mondiali di Ginnastica – afferma il segretario CNA Pesaro e Urbino, Moreno Bordoni,  rappresentano un’altra occasione per rilanciare un territorio che ha bisogno non solo di visibilità ma anche di concreti risultati economici. La crisi che ha coinvolto il sistema della piccola e media impresa della città e di questa provincia è ormai strutturale. Non saranno di certo le mini-olimpiadi dei giochi da spiaggia o i mondiali da ginnastica a risollevare le sorti di un distretto che sta perdendo pezzi importanti, in particolare nei settori tradizionali, ma, di certo, rappresentano un nuovo modo di guardare al futuro e un modo interessante di riposizionare il nostro sistema imprenditoriale”.

Il turismo, lo sport, la promozione del territorio e la cultura – prosegue Bordoni – sono i binari sui quali concentrare investimenti e azioni di qui ai prossimi anni. Il sostegno dei settori più tradizionali, come la meccanica, il mobile, l’edilizia, la manifattura e il tessile, non va mai perso di vista ma serve volgere lo sguardo anche a settori che possano in prospettiva dare maggiori opportunità di lavoro soprattutto ai giovani”.