CNA Balneari e le altre organizzazioni del settore esprimono soddisfazione per l’incontro con il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, e sono fiduciose per gli impegni da lei assunti a favore del settore nell’incontro tenuto ieri al dicastero per esaminare i problemi che coinvolgono oltre 30mila imprese balneari italiane.

Al ministro De Micheli è stata chiesta l’emanazione della circolare ministeriale esplicativa e applicativa della legge che ha disposto il differimento di quindici anni della scadenza delle concessioni demaniali marittime vigenti nonché l’emanazione della proposta di DPCM di avvio della riforma della materia (articolo 1 commi 675 e seguenti della legge 30 dicembre 2018 numero 145).  Provvedimenti amministrativi indispensabili per fare chiarezza e per consolidare la previsione normativa, anche alla luce della confusione e dell’incertezza giuridica causata da contrastanti pronunce giurisprudenziali.

CNA Balneari e le altre organizzazioni hanno, altresì, sottolineato il dramma delle imprese che hanno subito aumenti insostenibili dei canoni pertinenziali e hanno evidenziato la necessità di prevedere già nella Legge di bilancio la sospensione della riscossione e della decadenza dei titoli concessori.

Il ministro ha mostrato attenzione alle questioni proposte e manifestato il proprio impegno alla soluzione delle stesse.