La Commissione europea ha pubblicato le proprie previsioni economiche d’inverno 2021, l’analisi periodica relativa ai livelli annuali e trimestrali del PIL e dell’inflazione per l’anno in corso e l’anno successivo per tutti gli Stati membri e per la zona euro. A livello generale, la Commissione prevede che le economie dei paesi membri raggiungano i livelli di produzione pre-crisi in anticipo di quanto previsto, grazie ad uno slancio di crescita più forte che si prospetta per la seconda metà del 2021 e per il 2022.

In questo modo, la Commissione prevede una ripresa dell’economia dell’Eurozona del 3.8 % sia nel 2021 che nel 2022, mentre per quanto riguarda l’economia dell’Ue a 27 si prevede una crescita del 3.7% nel corso dell’anno e del 3.9% nel 2022.

In particolare, la Commissione ha rilevato per l’Italia:

  • una crescita del PIL reale in aumento del 3.4% nel 2021 e del 3.5% nel 2022;
  • un aumento dell’inflazione, rispetto al dato medio del 2020 del -0.1%, allo 0.8% nel 2021 e allo 0.9% nel 2022;
  • una ripresa basata sul continuo sostegno politico per attutire le ricadute della pandemia su guadagni e posti di lavoro, nonché per preservare la redditività delle imprese a corto di liquidità, in particolare le PMI.

Le previsioni economiche d’inverno sono disponibili al LINK