Nel Bollettino ufficiale della Regione Toscana del 27 gennaio scorso sono state recepite le proposte di rilancio della filiera della moda presentate da CNA Toscana Centro.

“Siamo rimasti molto soddisfatti per l’inserimento delle nostre istanze nel Bollettino della Regione che, attraverso la mozione n. 40, impegna formalmente la Giunta regionale a farsi promotrice presso il Governo affinché adotti quanto prima strategie efficaci di azione per preservare questo settore, a partire dalla concessione di contributi a fondo perduto, liquidità dalle banche, detassazione, rottamazione dei magazzini e prosecuzione della cassa integrazione” ha commentato  il presidente territoriale di CNA Federmoda, Francesco Viti. “Possiamo dire che questo è un risultato ottimo – prosegue Viti –  perché  la nostra azione territoriale, espressa tramite un documento congiunto, mirava proprio ad alzare il livello di attenzione e sostegno verso le imprese del comparto moda. Per questo abbiamo lavorato intensamente, come promotori, con l’obiettivo di ottenere strategie efficaci a preservare il settore tessile che è sempre stato, e resta, un punto nevralgico della nostra economia. A quanto pare i nostri sforzi sono stati premiati, trovando ascolto e recepimento, e ora ci aspettiamo dalla Regione una forte volontà e le risorse necessarie per dare atto a tutti gli interventi necessari alle nostre imprese e al nostro territorio”.