Si è svolto mercoledì 13 gennaio un incontro tra i rappresentanti di CNA Balneari e quelli del comune di Latina per individuare le soluzioni utili all’estensione delle concessioni demaniali marittime attualmente in vigore.

L’estensione temporale delle concessioni balneari, prorogate  fino al 2033, è infatti prevista dall’articolo 100 del Decreto Rilancio, in cui si ribadisce la validità delle disposizioni di cui all’arti.1 – commi 682 e 683 – della legge 30 dicembre 2018 n. 145.

L’amministrazione comunale, rappresentata dal sindaco Damiano Coletta, ha espresso la volontà di avviare un dialogo per procedere all’individuazione e all’avvio dei procedimenti amministrativi per la concreta attuazione dell’estensione temporale delle concessioni e per verificare gli i requisiti oggettivi e soggettivi richiesti dalla legge ai concessionari, in modo da poter dare una risposta ai tanti titolari degli stabilimenti balneari interessati, in vista dell’imminente apertura delle attività.

All’incontro, che si è svolto in modalità online, hanno partecipato per CNA, il responsabile nazionale CNA Balneari, Cristiano Tomei, il portavoce provinciale CNA Balneari Latina, Gianfilippo Di Russo, il direttore CNA Latina, Antonello Testa che hanno definito proficuo l’andamento del tavolo tecnico, che ha individuato delle prime soluzioni, nonostante il clima d’ incertezza giuridica e legislativa.