Consideriamo il PNRR un cantiere in costruzione. L’auspicio è migliorarlo attraverso il coinvolgimento delle parti sociali in un confronto costante con il nuovo Governo e il Parlamento che devono essere aperti al dialogo.”

Così il presidente della CNA, Daniele Vaccarino che in una intervista apparsa stamattina su QN, indica il profilo del Piano di Ripresa dell’Italia, che “non deve essere la somma di idee e progetti scollegati ma la traduzione di una visione condivisa a medio e lungo termine pensando alle nuove generazioni”.

“I piccoli – sottolinea Vaccarino – dipinti erroneamente come una zavorra offrono un contributo fondamentale alla nostra economia. Dimostriamo con i fatti esattamente il contrario. Le piccole imprese sono insostituibili”.

Il presidente evidenzia, inoltre, la necessità di “connettere gli investimenti del PNRR al sistema delle piccole. Per la trasformazione dell’Italia non dobbiamo rincorrere modelli che mal si conciliano con la nostra identità. La sfida della competitività si vince puntando su qualità e innovazione e non sul concetto delle dimensioni. Come CNA stiamo aiutando le imprese a rafforzarsi in competitività anche se la pandemia ha momentaneamente fermato questo processo”.

Per leggere l’articolo clicca qui.

 

Leggi il comunicato stampa ‘Recovery Fund. CNA: “Il PNRR occasione per disegnare una nuova Italia”.’

 

Leggi l’intervista di Vaccarino a La notizia .