“Dal primo gennaio entreranno in vigore le nuove regole sul default. Basterà un’esposizione verso la banca, anche di soli di 100 euro per 90 giorni consecutivi, per essere classificato come cattivo debitore“: così Mario Pagani, responsabile nazionale del Dipartimento Politiche Industriali CNA. “Le nuove regole prevedono tra l’altro che non si possano più compensare quelle esposizioni con eventuali disponibilità su altre linee di credito. Inoltre verranno classificate come default anche altre posizioni del debitore rispetto ad altre imprese“.

Le regole della Ue

Sono regole elaborate nel 2016 e adottate nel 2017, ricorda Pagani, “un’altra era geologica. E’ assurdo che in una situazione come quella attuale si propongano rigidità del genere. Sono regole che mettono a repentaglio qualsiasi possibilità di ripresa. Abbiamo sollecitato l’Associazione Bancaria Italiana e le altre associazioni per assumere un’azione comune: spostare nel tempo – se non annullare- queste regole, che mettono a repentaglio qualsiasi possibilità di ripresa del sistema imprenditoriale” conclude Pagani.