Il coordinatore del Centro Studi della Confederazione, Antonio Murzi, illustra l’Osservatorio Energia 2020.

I dati elaborati dal Centro Studi della CNA  evidenziano che le imprese italiane sono doppiamente svantaggiate rispetto ai competitor europei. Da un lato sopportano il prezzo della componente energia più alto e dall’altro sono gravate da un prelievo fiscale in bolletta completamente sproporzionato e che l’anno scorso è lievitato rispetto al 2019.