CNA Agroalimentare e Crea (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi della economia agraria) in occasione del decennale del riconoscimento della dieta mediterranea quale patrimonio intangibile dell’Unesco, lanciano il webinar ‘Agenda 2030 – La sostenibilità della Dieta mediterranea e casi studio di economia circolare’ che si terrà giovedì 10 dicembre dalle ore 09.30.

Verranno trattati alcuni aspetti della Dieta mediterranea, quali la sostenibilità con casi studio di bioeconomia circolare su produzioni importanti come olio, vino e acquacoltura, ed esaminando, quindi, gli aspetti che più attengono alla alimentazione umana e alle azioni di contrasto allo spreco.

Dopo i saluti istituzionali e l’introduzione al webinar di Giuseppe Ricciardi, Segretario CNA Puglia, Gabriele Rotini per CNA Nazionale, Elisabetta Lupotto, Direttore Crea Alimenti e Nutrizione e Roberto Henke, Direttore Crea Politiche e Bioeconomia, si terrà la prima sessione ‘ Sostenibilità delle produzioni della Dieta mediterranea: casi studio di economia circolare’, cui seguirà ‘La Dieta mediterranea: un esempio di dieta sostenibile?’, la seconda.

Nell’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile l’Europa entra con un documento programmatico ambizioso: il Green Deal, che mira a promuovere l’uso efficiente delle risorse passando a un’economia pulita e circolare, a ripristinare la biodiversità e ridurre l’inquinamento dell’ambiente, promuovendo la ‘transizione verde’.  Proprio attraverso la ‘transizione verde’ si aspira a trasformare le problematiche climatiche e le sfide ambientali in opportunità in tutti i settori, rendendo la transizione equa e inclusiva per tutti.

Per partecipare al webinar, realizzato con la partecipazione congiunta di ricercatori dei due Centri di ricerca Crea Alimenti e Nutrizione e Politiche e Bioeconomia, occorre registrarsi cliccando qui . A seguito della registrazione, verranno inviate le credenziali di accesso.

Il programma dell’evento è consultabile qui.