Le imprese familiari sono la tipologia di impresa più diffusa al mondo. In Italia sono il 93% delle aziende private e impiegano il 94% della forza lavoro. Questo patrimonio inestimabile ad ogni passaggio generazionale si riduce inesorabilmente, solo il 30% sopravvive nel passaggio dalla prima alla seconda generazione, solo il 12% dalla seconda alla terza, per finire con il 3-4% di resistenza dalla terza alla quarta.

Il passaggio generazionale è, dunque, un problema che riguarda quasi tutte le imprese: come affrontare il processo di transizione da genitori, madri e padri, a figli, figlie e nipoti, è perciò un tema cruciale.

Comprendere come districarsi tra la necessità di scelte razionali in un ambito, quello familiare, nel quale entrano in gioco emozioni e sentimenti, può contribuire a sottrarre il passaggio generazionale da esiti certamente indesiderati da chi identifica la propria impresa con la propria vita e, al tempo stesso, aiutare figli e figlie a prendere le redini di una azienda e condurla con successo.

Di tutto questo, dei problemi ma anche delle caratteristiche delle buone pratiche, se ne parlerà mercoledì 2 dicembre, alle ore 16.30, in una diretta facebook sulla pagina di CNA Rieti.

All’evento interverrà il professore Alfredo De Massis, docente di Imprenditorialità e Family Business alla Libera Università di Bolzano.