Promuovere le opportunità offerte dal Superbonus fiscale del 110% e massimizzare le ricadute sul territorio locale: è questo il cuore dell’accordo tra CNA Pisa e l’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia.

L’accordo è stato presentato giovedì nel corso di una conferenza stampa che ha visto la partecipazione della presidente dell’Ordine APPC, Patrizia Bongiovanni ed altri membri del Consiglio dell’Ordine; il presidente e il direttore di CNA Pisa, Francesco Oppedisano e Giuseppe Sardu; e il responsabile progetti 110% di CNA Pisa, Maurizio Bandecchi.

Grazie al Superbonus al 110% chi esegue una ristrutturazione fino al 31 dicembre 2021 può contare su una detrazione del 110% delle spese sostenute per gli interventi che migliorano l’efficienza energetica degli edifici e che riducono il rischio sismico. La detrazione del 110% si applica anche alle spese funzionali all’esecuzione dell’intervento, quali la progettazione e le spese professionali, Iva, imposta di bollo, diritti sui titoli abilitativi edilizi.

“Una alleanza per rinsaldare le filiere spontanee fra imprese e tecnici, che già esistono nei nostri territori – afferma Oppedisano – Un accordo che serve per alimentare il circuito della fiducia di cui le reti dei professionisti e delle imprese locali già dispongono e che ha bisogno di essere potenziata. Uno strumento che innesca vari tipi di soluzioni che vengono messe a disposizione della comunità e del territorio per conseguire i massimi vantaggi dalle opportunità create dal superbonus fiscale del 110%”.

“I nostri iscritti sono in contatto continuo con il tessuto produttivo locale che riteniamo un partner insostituibile anche e soprattutto su questa partita del 110%. – ha dichiarato Bongiovanni – Vogliamo certo massimizzare le opportunità offerte da questa misura e nel contempo mostrare che per qualità, capillarità e affidabilità difficilmente un team ben radicato sul territorio può essere superato. Con questo accordo facilitiamo alcuni passaggi e i rapporti fra committenza, architetto e impresa, grazie anche al supporto di CNA per la consulenza e altri passaggi tecnici”.

“L’Accordo – spiega Sardu – si sviluppa attraverso la promozione di azioni informative e formative centrati sul tema Ecobonus e Sismabonus 110% per supportare il settore delle costruzioni e offrire soluzioni ad hoc in grado di favorire il rilancio del comparto e di dare le migliori garanzie per cittadini, professionisti e imprese”.

“Vogliamo alimentare il circuito della fiducia tra committente, tecnici e ditte esecutrici che è fondamentale per la migliore qualità dei risultati e la correttezza dei rapporti tra tutti i soggetti – conclude Bandecchi –  Questa collaborazione con l’Ordine aiuterà ad individuare le soluzioni tecniche e fiscali da prospettare alla committenza che potrà così fare le scelte migliori sia sulle prestazioni energetiche e strutturali, sia sulla sostenibilità economico finanziaria da parte dei soggetti esecutori”.

CNA Pisa sta stilando un elenco delle imprese partner associate che verrà pubblicato sul sito della CNA provinciale in cui è anche possibile iscrivere le imprese interessate a far parte dell’elenco dei fornitori.