Il Documento Programmatico di Bilancio (Dpb) è il documento che ogni Paese membro dell’Area euro deve trasmettere alla Commissione Europea e all’Eurogruppo entro il 15 ottobre di ogni anno. Il Documento programmatico di Bilancio illustra il progetto di bilancio programmato dal Governo per l’anno successivo. In particolare, il documento contiene l’obiettivo di saldo di bilancio e le proiezioni delle entrate e delle spese.

La Legge di Bilancio rappresenta il principale documento contabile per l’allocazione, la gestione e il monitoraggio delle risorse finanziarie dello Stato. La Legge di Bilancio si compone di due sezioni:

  • La Sezione I: dedicata alle innovazioni legislative, contiene le misure quantitative necessarie a realizzare gli obiettivi programmatici indicati dal Governo
  • La Sezione II riporta, per le entrate e per le spese, le variazioni non determinate da innovazioni normative (ad es. i rifinanziamenti, i definanziamenti e le riprogrammazioni di spese disposte da norme preesistenti).

Per quanto riguarda il 2020, La Legge di Bilancio attualmente in discussione in Parlamento prevede interventi per un ammontare di circa 30 miliardi di euro di cui circa l’80% (26,3 miliardi) destinati alla sterilizzazione delle clausole di salvaguardia (22,6 miliardi), alla sterilizzazione delle accise (0,4 miliardi) e al taglio del cuneo fiscale (3,0 miliardi).

Le coperture, invece, ammontano a circa quindici miliardi di euro e dovrebbero essere garantite principalmente dalla lotta all’evasione fiscale, dalla spending review, da misure in materia ambientale e da altre disposizioni fiscali. Il resto della manovra, circa 16 miliardi di euro, sarà coperto ricorrendo al maggior deficit. In rapporto al Pil (il Pil programmatico per il 2020 è stimato in circa 1.818 miliardi di euro) il maggior deficit sarà dello 0,9% che si aggiungerà al deficit indicato nel quadro tendenziale della Nadef (pari all’1,4% del Pil) per un rapporto Deficit/Pil che complessivamente per il 2020 dovrebbe essere pari al 2,3%.