Da troppo tempo ormai teatri, cinema, sale concerto, circoli e altri luoghi di cultura sono chiusi, con grande perdita sia per chi vive di spettacolo, arte e cultura, sia per chi ne fruisce e per l’intero sistema economico. CNA Treviso, in collaborazione con il Teatro del Pane e l’associazione La Torre Disegnata, con il progetto “Art’igiani” ha pensato quindi di aiutare il mondo dello spettacolo offrendo come palcoscenico le sedi delle imprese associate per far rivivere eventi culturali e spettacoli.

L’appello, lanciato subito prima di Natale ad artigiani e artisti, è stato raccolto con successo da entrambe le categorie che hanno deciso di “darsi la mano” e inviare un segnale di voglia di rilancio.

La rassegna prenderà il via venerdì 29 gennaio e offrirà appuntamenti fino ad aprile, per concludersi con un evento finale al Teatro del Pane. Il calendario rimane aperto ad altre imprese e artisti che desiderano partecipare al progetto. Tutti gli eventi avranno un pubblico digitale e saranno trasmessi live sulle pagine Facebook delle imprese ospitanti, della CNA territoriale e regionale, del Teatro del Pane, de La Torre Disegnata, degli artisti e di Oggitreviso.it.

“Un’iniziativa di valore che vuole attirare l’attenzione sul dramma che stanno vivendo i lavoratori dello spettacolo – afferma il responsabile nazionale di CNA Artistico, Gabriele Rotini – Per CNA questa chiusura generalizzata ha poco senso in quanto le modalità per lavorare in sicurezza si possono trovare come dimostrano le trasmissioni televisive con pubblico, che rimangono in essere, e la notizia che l’Ariston si sta preparando per ospitare Sanremo. Sarebbe una grave ingiustizia se ciò avvenisse, perché significa che si stanno usando due pesi e due misure e questo non è tollerabile”.

Se i teatri rimangono chiusi, dunque, le aziende aprono le porte alla cultura, perché lasciarla “senza voce” è quanto di peggio si possa fare in un Paese che voglia guardare con fiducia, intelligenza e progettualità al futuro.

“Ringrazio le imprese che finora hanno aderito all’iniziativa –afferma il presidente di CNA Treviso, Alfonso Lorenzetto – insieme stiamo dando un segnale di solidarietà concreta e un messaggio forte e chiaro: la cultura non è solo una delle più alte forme di espressione dello spirito umano, ma è anche un vero e proprio motore di sviluppo economico e progresso sociale”.

“Molte delle aziende che hanno aderito – spiega il direttore di CNA Treviso, Mattia Panazzolo – offrono servizi nell’ambito della comunicazione, questo conferma il valore del progetto non solo in chiave solidaristica e culturale, ma anche di marketing aziendale: le nostre piccole imprese e i nostri professionisti, in un mercato competitivo, devono trovare modi sempre più ‘non convenzionali’ e innovativi per comunicare il proprio brand e i propri prodotti e servizi. Comunicare l’eccellenza artigiana associandola all’eccellenza artistica è un modo per spingere fortemente il proprio business”.

A fare da trait d’union tra mondo dello spettacolo e modo dell’impresa artigiana è stato l’attore trevigiano Mirko Artuso del Teatro del Pane che, in questa ricerca, ha fatto anche una piacevole sorpresa: “Alcune aziende avevano già il loro ‘artista’ da proporre e questo è un chiaro segnale che i due mondi, nella nostra provincia, già si parlano e si interfacciano. L’augurio è che nel tempo la collaborazione tra arte e artigianato diventi sempre più strutturata e continuativa dal momento che gli artisti sono artigiani e gli artigiani artisti”.

La Torre Disegnata, associazione con sede a Vittorio Veneto che mette insieme illustratori, grafici, fumettisti, ha dato il suo contributo attraverso la locandina di Art’igiani, disegnata appositamente dall’illustratore Arcadio Lobato, allievo di Štĕpán Zavřel.

Ad ospitare il primo evento di “Art’igiani” è la Pasticceria Sarti di San Vito di Altivole, un’attività giovane che è riuscita a crearsi una buona clientela e ad espandersi nonostante la crisi pandemica grazie ad un uso intelligente dei social messo in campo dal suo titolare, Gianandrea Salvestrin.

Di seguito il calendario degli eventi

29.01 – Pasticceria Sarti – San Vito di Altivole – Olga Scalone, soprano

05.02 – Pasticceria Ducale – Ponte della Priula – Carlo Colombo, musicista e cantante

12.02 – Team di professionisti (Alfonso Lorenzetto Fotografo, Strategia Vincente di Alessandro Bergamin, Michele Borsato video maker) – Treviso (sede CNA) – Erica Boschiero, cantautrice

19.02 – Anselmi srl – Roncade – Marco Furio Forieri (ex Pitura Fresca), musicista e cantante

05.03 – Otium Comunicazione – Castelfranco Veneto – Mauro Martinuz e Alberto Paolini / Bottega Sonora, musicisti

19.03 – La Perla del Sile B&B – Silea – Fabrizio Paladin / Teatro Studio Maschera, attore

26.03 – Printmateria srl – Vedelago – Silvia Bugno, danza creativa

09.04 – Studio Pointer – Mogliano Veneto – Filippo Tognazzo / Zelda Teatro, attore