CNA apprezza la costituzione del Tavolo di crisi sul turismo promosso dal ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini. Una iniziativa importante, un utile luogo di confronto per la circolazione delle informazioni e per definire le misure da mettere in campo finalizzate a recuperare, soprattutto nel periodo marzo-giugno, le prevedibili perdite provocate dal Coronavirus, in attesa che vengano individuate le auspicate soluzioni.

La riunione che si è tenuta oggi al Mibact, convocata dal sottosegretario con delega al Turismo, Lorenza Bonaccorsi, è stata chiusa appunto dal ministro Franceschini il quale ha annunciato l’istituzione del Tavolo per affrontare gli effetti provocati dal Coronavirus ed eventuali future situazioni di criticità. Franceschini ha assicurato che il Tavolo sarà convocato automaticamente e sarà il luogo per studiare le misure di indennizzo con il meccanismo già sperimentato per il terremoto.

Alla riunione odierna hanno partecipato CNA Turismo (con il presidente Luca Tonini e il coordinatore Cristiano Tomei), le altre associazioni di categoria e rappresentanti delle istituzioni tra i quali esperti dell’Unità di crisi della Farnesina, dell’Unità Visti e della Protezione civile.