Filippo Francia è il vincitore assoluto del Concorso nazionale Professione Moda Giovani Stilisti – RMI 2021 – CNA Federmoda arrivato alla 31esima edizione. Una iniziativa dal crescente successo che dal 1991 offre ai giovani l’opportunità di entrare nel mondo della moda e alle imprese di ricaricare il proprio patrimonio creativo.

A Francia, allievo di Pianeta Formazione di Pescara, è stata conferita dalla senatrice Lucia Borgonzoni, sottosegretario al ministero della Cultura, la prestigiosa Medaglia del Presidente della Repubblica, accordata quale premio di rappresentanza, e consegnata auna licenza software Kaledo di LECTRA

Un’edizione in formato phygital, la 31esima, che ha visto i finalisti del concorso coinvolti attraverso webinar nel tradizionale percorso formativo mentre il momento finale dedicato alla premiazione dei vincitori si è svolto, venerdì 9 luglio, nel Parco di Villa Torlonia presso i locali de La Limonaia dove attraverso diverse modalità espressive sono stati mostrati i lavori esaminati dalla giuria.

Gli esperti del settore impegnati nella valutazione dei lavori sono stati occupati assiduamente sia nella fase di selezione che in quella dedicata alla designazione dei vincitori in considerazione dell’alto livello qualitativo dei partecipanti.

“Il settore moda è un asset fondamentale per il nostro Paese per i giacimenti di risorse economiche, sociali e culturali di cui è dotato – dichiara Antonio Franceschiniresponsabile nazionale CNA Federmoda – Per questo con RMI – Ricerca Moda Innovazione, un potente sistema di connessioni che partendo dal Concorso mette in relazione una molteplicità di attori del sistema moda, lavoriamo per supportare al meglio il rinnovo e la trasmissione di competenze”.

“Molte scuole italiane stanno facendo un ottimo lavoro – dichiara Roberto Corbelli – direttore artistico di RMI – anche grazie al permanere in Italia di una filiera integra in grado di mettere a disposizione un bagaglio di competenze professionali ineguagliabile da parte di qualsiasi altro Paese”.

“CNA Federmoda è fortemente impegnata affinché le politiche sul settore portino anche attenzione alla scuola e alla formazione – evidenzia Marco Landi, presidente nazionale CNA Federmoda – e per questo riteniamo fondamentale investire sui giovani, ma questo deve essere accompagnato da politiche adeguate. Serve una revisione degli Istituti tecnici e occorre lavorare sugli Its. Dobbiamo rivedere la formazione dedicata al mondo della produzione riportando al centro la manifattura, preparare nuovi tecnici, pensare alla nostra tradizione artigianale dedicando attenzione alla manualità, così come è necessario intervenire sull’Università che deve essere portata a sviluppare un maggior confronto con il mondo delle Pmi attraverso programmi di internship per gli studenti durante tutto il percorso di studi”.

Il sottosegretario Borgonzoni, a sua volta, ha ribadito il valore culturale del settore moda e la necessità che le istituzioni lo sostengano con politiche adeguate. In tale ottica il ministero competente si attrezzerà anche in considerazione delle risorse messe in campo attraverso il Pnrr.

Alla finale sono arrivati trenta giovani aspiranti stilisti che, pieni di aspettative e di tensione, hanno presentato le loro proposte creative alla fase finale del concorso tenuto nell’ambito di Altaroma. Questi i vincitori:

– Premio Sezione Abbigliamento. Ė stato consegnato da Deanna Ferretti Veroni (Modateca Deanna) in rappresentanza di Max Mara a Giada La Gioia, premiata “per il racconto personale, la sperimentazione dei volumi, della modellistica e la capacità interpretativa e manuale nelle lavorazioni artigianali”.

– Premio Sezione Abbigliamento Bambino. È stato consegnato da Agnese Fazolo titolare di ANG un bebé a Letizia Celotti “per l’originalità dell’idea, la coerenza nell’esecuzione e nella resa dei capi e per aver pensato al mondo del bambino in modo giocoso e creativo”.

– Premio Sezione Accessori e Calzature. Ė stato consegnato a Francesca Cetrullo “per la geniale spontanea creatività espressa dal sorriso delle sue idee” da Piero Vitalini di Forza Giovane,

– Premio Sezione Intimo e Mare. “Per le linee, le stampe, l’armonia dei volumi e l’uso del colore” è stato assegnato a Daniela Battista da Marco Landi, presidente nazionale CNA Federmoda, e da Claudio Giovine, direttore Divisione economica e sociale CNA.

– Premio Sezione Maglieria. “per l’originalità negli accostamenti e l’estrema creatività dei dettagli e per aver unito nei propri capi contenuto, emozione e portabilità” è stato assegnato a Filippo Francia, da Sara Massi di Filpucci.

– Premio Sezione Pellicceria, sezione organizzata in collaborazione con l’Aip (Associazione italiana pellicceria), a Filippo Francia “per aver scelto il pelo più semplice e basico e averlo trasformato in un tessuto prezioso ed elegante – per le linee ed il taglio – per il ricamo – per la ricerca e l’innovazione – per la cura del dettaglio – per la grande creatività”. Il  premio è stato consegnato da Elena Rizzo dell’Associazione italiana pellicceria.

 

Sfoglia qui la fotogallery della serata