Il francese Alban Maggiar è stato eletto presidente di SME United “Artigianato e PMI per l’Europa”, l’associazione europea che rappresenta gli interessi di 24 milioni di Pmi in Europa e di cui CNA è fondatrice.

La nomina è avvenuta oggi, 3 dicembre, a Bruxelles nell’ambito dell’assemblea generale dell’associazione, nel corso della quale il vice presidente CNA, Giuseppe Oliviero, è stato confermato membro del comitato di direzione.

CNA augura un buon lavoro al neo eletto presidente Maggiar e ringrazia la presidentessa uscente, Ulrike Rabmer-Koller, per quanto svolto in questi quattro anni.

In sede di assemblea sono state anche approvate le proposte strategiche per una nuova politica europea che ponga le Pmi e l’artigianato nell’agenda politica delle istituzioni Ue.

  1. La strategia per le Pmi deve essere rivolta a tutte le micro, piccole e medie imprese in Europa, sia quelle innovative ad alta tecnologia sia le cosiddette società tradizionali; sia nelle aree metropolitane sia in quelle rurali.
  2. L’approccio strategico deve essere coerente, integrato e trasversale, inserendo la visione delle Pmi in tutti gli orientamenti politici chiave come l’accordo verde, il piano d’azione per il pilastro europeo dei diritti sociali.
  3. La task force tra le direzioni generali per le Pmi deve garantire l’applicazione del “pensare anzitutto in piccolo” e l’inclusione politica per le Pmi in Europa. Il semestre dovrebbe garantire lo scambio di buone pratiche.
  4. I finanziamenti europei destinati a sostenere le Pmi devono essere assegnati esclusivamente a loro.
  5. Una denominazione comune di tutte le Pmi è quella di ridurre gli oneri normativi e amministrativi e consentire loro di fare ciò che fanno meglio: fare affari.