Nel corso dell’Assemblea elettiva CNA di Pesaro e Urbino dei settori Legno-Arredamento, Meccanica e Moda il segretario provinciale, Moreno Bordoni, ha illustrato i dati delle esportazioni nella manifattura marchigiana che perdono il  12% e si fermano a 10 miliardi e 800 milioni di euro.

Il saldo tra il 2019 e il 2020 è pesante ma meno grave di quanto ci si potesse attendere visto il fermo di molte attività produttive a causa del lockdown.

In provincia di Pesaro e Urbino le esportazioni della manifattura subiscono una contrazione che si attesta complessivamente sulle stesse percentuali.

Nella meccanica (esclusa la nautica), la differenza nell’export tra 2020 e 2019 si attesta attorno ad un – 11% con un fatturato che nel 2020 in provincia di Pesaro e Urbino è stato di 1 miliardo e 514 milioni di euro.

Nel legno-arredamento la contrazione è stata ancora minima (-2% a livello regionale) e -1% a livello provinciale con 300 milioni di euro di esportazioni fatturate alla voce mobile arredamento.

Il dato più pesante sull’export è riferito invece al tessile-abbigliamento con un 27% in meno a livello regionale (oltre 1 miliardo e 600 milioni), che in provincia di Pesaro e Urbino si attesta ad un 23% in meno con un fatturato che ha cubato appena 120 milioni di euro.

Su questi dati si è sviluppata una riflessione a tutto tondo sull’importanza di un settore strategico nell’economia provinciale che ha bisogno di ripartire al più presto in sicurezza: “per questo – ha detto Bordoni – è importante andare avanti speditamente nella campagna vaccinale per la quale abbiamo messo a disposizione anche le nostre sedi territoriali. Ma per la ripresa  sarà importante anche il Pnrr, che dovrà prevedere grandi investimenti a favore del sistema Paese e delle imprese. Non possiamo perdere i soldi dell’Europa e del Recovery Plan e servirà che parte di questi vengano utilizzati nei territori”.

Su future opportunità nell’export per le imprese marchigiane l’esperto di internazionalizzazione, Davide Fabbri ha illustrato il progetto di Contract Internazionale che vedrà prossimamente protagonista la CNA di Pesaro e Urbino.

Al termine dell’Assemblea, i saluti del presidente provinciale della CNA, Alberto Barilari, che ha ricordato l’importante ruolo svolto dall’associazione nei due periodi di emergenza sanitaria e nel costante affiancamento alle imprese e l’intervento del direttore provinciale di Uni.Co., Stefano Galli, che ha ricordato il ruolo svolto dal Confidi unico regionale nel supportare le imprese e nel garantire a queste ultime credito e garanzie sui finanziamenti.

Al termine dell’assemblea sono stati eletti i nuovi presidenti dei tre settori. Per Legno-Arredamento, Zeno Avenanti; per la meccanica Alfio Arduini, per il settore Moda Olivia Monteforte.

L’assemblea ha provveduto anche a nominare i delegati all’assemblea elettiva provinciale in programma il 20 giugno nelle persone di Michele Matteucci (Legno); Alberto Barilari e Daniele Volpini (Meccanica) e Omar Morotti (Moda).

Clicca qui per leggere tutte le notizie dai Territori.