Torna “Artigiani, commercianti e servizi aperti ad agosto”, l’iniziativa di CNA Roma che tiene aggiornati utenti e cittadini sulle attività artigianali e commerciali che non si fermano nel mese più caldo dell’anno.

Il progetto, giunto alla sua dodicesima edizione, è stato organizzato come ogni anno in collaborazione con il Comune di Roma e nasce sia per offrire un servizio a romani e turisti in città ad agosto che per dare alle imprese una vetrina per farsi trovare online. Tuttavia, quest’anno sarà un’estate atipica, con un calo drastico dei visitatori. E i cittadini rimasti in città troveranno molti artigiani e commercianti che non abbasseranno la serranda, anche per provare a far aumentare le entrate dopo lo stop forzato del lockdown.

Mai come quest’anno, infatti, saranno soprattutto i cittadini quelli a usufruire maggiormente di “Artigiani, commercianti e servizi aperti ad agosto”: le periferie, in agosto, non si svuotano come le zone centrali e la necessità di conoscere i servizi e le attività a disposizione nel periodo diventa davvero sentita.

“L’iniziativa si conferma essere sempre utile soprattutto in un periodo come quello che stiamo vivendo – ha commentato il presidente della CNA provinciale, Michelangelo Melchionno – La nostra associazione ribadisce il suo impegno nell’aiutare gli artigiani e i commercianti che rimangono aperti ad avere visibilità, proprio perché riteniamo che svolgano un servizio insostituibile alla città e rappresentino una vera risorsa per l’utenza”.

“Il progetto di CNA assume quest’anno uno spessore particolare: quest’edizione che ripropone una Roma sempre attiva, sempre aperta alle esigenze di chi resta in città è oggi anche un segno di speranza. Benché messi a dura prova dalla crisi sanitaria, i nostri artigiani e commercianti sono l’espressione della voglia di fare, ricominciare, ripartire della capitale. Siamo al loro fianco con tutti gli strumenti a nostra disposizione” ha dichiarato l’Assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale, Carlo Cafarotti.

Tra i settori più rappresentati, ci sono l’autoriparazione (10%), il commercio e i servizi (9%), il pronto intervento idraulico ed elettrico (18%) e l’acconciatura ed estetica (20%).

“Il lockdown non ha solo costretto ad una chiusura forzata di fronte all’emergenza sanitaria inedita, ma ha soprattutto inciso cicatrici profonde sul tessuto economico delle nostre comunità di cui vedremo gli effetti ancor a lungo. CNA in tutto questo periodo è stato un partner continuo del Municipio nel promuovere sul territorio iniziative di sostegno alla rete imprenditoriale locale – ha sottolineato il presidente del Municipio Roma VIII, Amedeo Ciaccheri – Questa iniziativa è un ulteriore segnale che rimette nuovamente in moto la potenzialità del tessuto economico cittadino. Le imprese hanno fatto e stanno facendo il massimo, servono politiche strutturali per rilanciare l’intera città a partire dalle reti di sviluppo locale”.

Tutte le imprese che vogliono iscriversi possono registrarsi gratuitamente attraverso il modulo online disponibile sul sito di CNA Roma o telefonando allo 06570151.

Clicca qui per consultare l’elenco  delle attività aderenti.